fbpx
03.11.2022 OVAL, Turin #arte

Si inaugura Artissima 2022, fiera di essere fiera

Ormai è diventato un appuntamento immancabile sul calendario, un po’ come il festival del cinema di Venezia o il Tour de France. Artissima, la fiera d’arte contemporanea allestita negli spazi dell’Oval Lingotto, ha inaugurato la sua ventinovesima edizione.  Il titolo di quest’anno è Transformative Experience, perché, secondo il neodirettore Luigi Fassi “solo le esperienze trasformative sono capaci di modificare radicalmente le persone che le vivono”. 

In campo 174 gallerie in arrivo da 28 nazioni suddivise in quattro sezioni storiche e tre nuove di zecca (non perdetevi il settore dedicato ai disegni). E poi talks, premi, mostre monografiche, progetti speciali (il più avveniristico di tutti è quello firmato da Jaguar grazie allo uno stand immersivo creato da Anderson Tegon, dove lo storico marchio automobilistico si prepara a trasformare la propria identità in luxury brand totalmente elettrico). 

All’opening di giovedì c’era il best of dell’arte italiana e internazionale (ma non solo). Artisti, curatori, galleristi, direttori di musei, fiere e fondazioni, ma anche designer, musicisti, modelle, giornalisti. Ognuno in cerca di ispirazione, di un’illuminazione. Come Hans Ulrich Obrist, curatore di culto e direttore artistico delle Serpentine Galleries di Londra. O Marc Spiegler, storico CEO di Art Basel che proprio in questi giorni ha lasciato l’incarico a Noah Horowitz. Vincenzo De Bellis, direttore delle fiere e delle piattaforme espositive in tutto il mondo di Art Basel. E poi Arturo Galansino, direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze, la mecenate Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, Francesca Lavazza, Board Member del Gruppo Lavazza e presidente del Castello di Rivoli. Tutti insieme appassionatamente per celebrare l’arte e la creatività.

Testo: Germano D’Acquisto

Foto: Ludovica Arcero

More events