fbpx
27.10.2022 Seletti Store, Milan #design

Seletti e Codalunga presentano la nuova linea MILANO-LIMONA

Una celebrazione ironica di Milano. Un gesto d’amore verso la città meneghina. Semplicemente un “limone” (nello slang indica un bacio appassionato, ndr). Seletti torna a collaborare con Codalunga, progetto indipendente dell’artista Nico Vascellari. Con un evento milanese, hanno presentato la nuova linea che farà parte della collezione Codalunga crashes Seletti lanciata nel 2021.

Famosi ormai i progetti d’illuminazione con le edizioni DREAM-MERDA, SANTA-SATAN, RESIST-SISTER e DREAM-MADRE, che hanno trasformato in luce gli iconici anagrammi di Codalunga, alla collezione si aggiunge MILANO-LIMONA. La nuova grafica/anagramma in black and white dà origine a un mondo multiforme di oggetti e accessori che celebrano la passione verso la città meneghina. Quindi abbiamo la lampada, il cuscino, lo specchio e il tappeto. Ma anche il piatto e la tazza per le tavole più unconventional, e ancora una pochette per avere tutto con sé. La nuova linea, presentata con un evento nello store-showroom milanese di Seletti, è una seducente interpretazione che gioca con l’identità della città lombarda. Simbolo della sperimentazione più all’avanguardia.

“Per il mondo della creatività Milano è un punto di riferimento di libertà e di opportunità. Questo progetto è il nostro modo ironico e sopra le righe per dichiararle il nostro amore”, ha dichiarato Stefano Seletti.

Durante l’evento milanese per gli ospiti è stato possibile serigrafare un proprio capo, T-shirt, felpe o camicie, con gli anagrammi Codalunga: la nuova grafica/anagramma o quelle della scorsa linea. Protagonisti della serata Nico Vascellari e Stefano Seletti. Ma all’evento hanno partecipato anche i Coma Cose, Giovanni Caccamo, Federico Russo. E ancora Annie Mazzola, Yuri Ancarani, Paola Manfrin, le sorelle Toledo e Paride Vitale. Presente il mondo digital con gli Gnambox, composto dal duo Riccardo Casiraghi e Stefano Paleari, Valentina Dallari e Anselmo Prestini.

Testo: Flavio Marcelli

Foto: Andrea Sgambelluri

More events